RACCOLTA E GESTIONE DEI RIFIUTI PRODOTTI DALLE NAVI E DAI PORTI

Iscriviti al corso: RACCOLTA E GESTIONE DEI RIFIUTI PRODOTTI DALLE NAVI E DAI PORTI

Scegli la data del corso

Ragione sociale

Ragione sociale *

Indirizzo *

Citta' *

Provincia *

CAP *

Telefono *

Fax

Email *

Partecipanti

Anagrafica primo partecipante

Nome *

Cognome *

Area di competenza *

Anagrafica secondo partecipante

Nome

Cognome

Area di competenza

Anagrafica terzo partecipante

Nome

Cognome

Area di competenza

Anagrafica quarto partecipante

Nome

Cognome

Area di competenza

Dati fatturazione

Se al momento dell'iscrizione non si dispone dei codici da inserire nei campi obbligatori proseguire la compilazione scrivendo, all'interno del campo, che verranno comunicati successivamente.

Ragione sociale

Indirizzo

Citta'

Provincia

Cod. Fiscale/P. Iva *

Codice Univoco Ufficio/Codice Destinatario *

PEC *

Soggetto a split payment *

no

CAP

Telefono

Fax

Email

CIG

Referente Amministrativo

Numero d'ordine da riportare in fattura

Modalità di pagamento

Pagamento *

Quota di partecipazione indicata nelle note organizzative

Note

L’assegno bancario o circolare va intestato a ITA Srl.

Il bonifico bancario è da effettuarsi presso:
BANCA DEL PIEMONTE
IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066

ITA rispetta gli obblighi della L. 136/2010 e dispone di conto dedicato, il nominativo del soggetto delegato sarà comunicato in sede di iscrizione.

Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data del corso verrà fatturata l'intera quota di partecipazione. In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

Informativa ex art. 13 e art. 14 regolamento 2016/679/UE

Programma del corso

Sistema integrato di tutela dei mari
– la Convenzione internazionale Marine Pollution
(Marpol e Marpol II) del 2013 e le altre principali
Convenzioni sulla tutela dell’ambiente marino

Quadro normativo europeo
– le principali Direttive comunitarie
– la Direttiva 2000/59/CE, sull’obbligo degli agenti portuali di dotarsi di impianti di raccolta dei rifiuti a terra
– la Direttiva 2010/65/UE, relativa alle formalità di dichiarazione delle navi in arrivo o in partenza da porti degli Stati membri

Disciplina nazionale sulla gestione dei rifiuti portuali
– Decreto Legislativo 24 giugno 2003, n. 182 «Attuazione della direttiva 2000/59/CE relativa agli impianti portuali di raccolta per i rifiuti prodotti dalle navi ed i residui del carico»
– i rifiuti prodotti dalle navi e i residui del carico
– obbligo di notifica e di conferimento nel porto di approdo
– le deroghe all’obbligo di notifica e di conferimento
– il regime sanzionatorio
– i piani di raccolta e gestione dei rifiuti portuali
– i chiarimenti del Ministero dell’ambiente sulla disciplina del conferimento dei residui del carico da parte delle navi (Circolare giugno 2018)
– l’autorizzazione agli impianti portuali di raccolta rifiuti, ai sensi del D.Lgs. 182/2003
– l’affidamento del servizio di raccolta e gestione dei rifiuti, ai sensi del D.Lgs. 182/2003

Il rapporto tra le fonti del diritto: quale principio si applica in caso di conflitto. Il flusso giurisprudenziale in materia

Pulizia e raccolta rifiuti portuali e attività di antinquinamento e disinquinamento del porto: disciplina applicabile e competenze (la nota del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 19 aprile 2018)

La qualificazione dei rifiuti abbandonati nelle aree promiscue e loro disciplina

Novità normative a livello europeo e nazionale
– la nuova Direttiva (UE) 2019/883 del 17 aprile 2019 relativa agli impianti portuali di raccolta per il conferimento dei rifiuti delle navi, che modifica la direttiva 2010/65/UE e abroga la direttiva 2000/59/CE. Considerazioni a confronto tra la disciplina presente e futura
– la nuova Direttiva (UE) 2019/904 del 5 giugno 2019 sulla riduzione dell’incidenza di determinati prodotti di plastica sull’ambiente
– i limiti quantitativi e i divieti di immissione in commercio
– il tema delle plastiche biodegradabili
– il principio della responsabilità estesa del produttore
– le Autorità competenti possono tenere conto delle nuove Direttive prima del loro recepimento?

I Protocolli di intesa delle Regioni per ridurre il fenomeno della plastica in mare (Lazio, Toscana, Puglia)

Le iniziative di riforma legislativa attualmente in Parlamento sulla raccolta dei rifiuti in mare

 

RELATORI
Camilla Veturi
Docente di Diritto Ambientale
Avvocato Sogesid s.p.a attualmente distaccata presso l’Ufficio Legislativo del Ministero dell’Ambiente
Fabrizio Fedeli
Avvocato dello Stato
Vice Capo Ufficio Legislativo
del Ministero dell’Ambiente

 

DATA E SEDE
Giovedì 5 e Venerdì 6 Marzo 2020
Roma – Hotel Bernini Bristol
Piazza Barberini, 23
Orario
Primo giorno: 9,00 – 13,00 / 14,30 – 17,00
Secondo giorno: 9,00 – 13,00

Note organizzative del corso

Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 – 56.24.402 – 54.04.97).
In seguito confermare l’iscrizione via e-mail (ita@itasoi.it) o compilare la scheda sul sito www.itasoi.it.

Quota di partecipazione individuale
Euro 1.550,00 più IVA
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA.

Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
– invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
– bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l’intera quota di partecipazione. In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

Codice MEPA
PS19D249A

 

Per informazioni sui Crediti Formativi Professionali contattare la Segreteria ITA

Iscriviti al corso: RACCOLTA E GESTIONE DEI RIFIUTI PRODOTTI DALLE NAVI E DAI PORTI

Scegli la data del corso

Ragione sociale

Ragione sociale *

Indirizzo *

Citta' *

Provincia *

CAP *

Telefono *

Fax

Email *

Partecipanti

Anagrafica primo partecipante

Nome *

Cognome *

Area di competenza *

Anagrafica secondo partecipante

Nome

Cognome

Area di competenza

Anagrafica terzo partecipante

Nome

Cognome

Area di competenza

Anagrafica quarto partecipante

Nome

Cognome

Area di competenza

Dati fatturazione

Se al momento dell'iscrizione non si dispone dei codici da inserire nei campi obbligatori proseguire la compilazione scrivendo, all'interno del campo, che verranno comunicati successivamente.

Ragione sociale

Indirizzo

Citta'

Provincia

Cod. Fiscale/P. Iva *

Codice Univoco Ufficio/Codice Destinatario *

PEC *

Soggetto a split payment *

no

CAP

Telefono

Fax

Email

CIG

Referente Amministrativo

Numero d'ordine da riportare in fattura

Modalità di pagamento

Pagamento *

Quota di partecipazione indicata nelle note organizzative

Note

L’assegno bancario o circolare va intestato a ITA Srl.

Il bonifico bancario è da effettuarsi presso:
BANCA DEL PIEMONTE
IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066

ITA rispetta gli obblighi della L. 136/2010 e dispone di conto dedicato, il nominativo del soggetto delegato sarà comunicato in sede di iscrizione.

Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data del corso verrà fatturata l'intera quota di partecipazione. In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

Informativa ex art. 13 e art. 14 regolamento 2016/679/UE