COME REAGIRE A ILLECITI, DEROGHE E MALFUNZIONAMENTI, DURANTE E DOPO L’EMERGENZA COVID-19


COME REAGIRE A ILLECITI, DEROGHE E MALFUNZIONAMENTI, DURANTE E DOPO L’EMERGENZA COVID-19

• L’OBBLIGO DI DENUNCIA DEL WHISTLEBLOWER • DOVERE DEI PUBBLICI DIPENDENTI • LE NUOVE LINEE GUIDA IN MATERIA DI CODICI DI COMPORTAMENTO DELLE P.A. APPROVATE CON DELIBERA ANAC N. 177 DEL 19 FEBBRAIO 2020


3-4 Giugno 2020 - IN DIRETTA STREAMING


Scarica il PDF del corso

Iscriviti al corso: COME REAGIRE A ILLECITI, DEROGHE E MALFUNZIONAMENTI, DURANTE E DOPO L’EMERGENZA COVID-19

    Scegli la data del corso

    Ragione sociale

    Ragione sociale *

    Indirizzo *

    Citta' *

    Provincia *

    CAP *

    Referente per iscrizione *

    Telefono referente per iscrizione*

    Email referente per iscrizione *

    Ufficio referente per iscrizione *

    Partecipanti

    Anagrafica primo partecipante

    Nome *

    Cognome *

    Area di competenza *

    Cellulare/Telefono (necessario per comunicazioni sulla fruizione della diretta streaming)

    Email

    Anagrafica secondo partecipante

    Nome

    Cognome

    Area di competenza

    Cellulare/Telefono (necessario per comunicazioni sulla fruizione della diretta streaming)

    Email

    Anagrafica terzo partecipante

    Nome

    Cognome

    Area di competenza

    Cellulare/Telefono (necessario per comunicazioni sulla fruizione della diretta streaming)

    Email

    Anagrafica quarto partecipante

    Nome

    Cognome

    Area di competenza

    Cellulare/Telefono (necessario per comunicazioni sulla fruizione della diretta streaming)

    Email

    Dati fatturazione

    Se al momento dell'iscrizione non si dispone dei codici da inserire nei campi obbligatori proseguire la compilazione scrivendo, all'interno del campo, che verranno comunicati successivamente.

    Ragione sociale*

    Indirizzo*

    Citta'*

    Provincia*

    Cod. Fiscale/P. Iva *

    Codice Univoco Ufficio/Codice Destinatario *

    PEC *

    Soggetto a split payment *

    no

    CAP*

    Telefono

    Email

    CIG

    Referente Amministrativo *

    Numero d'ordine da riportare in fattura

    Modalità di pagamento

    Pagamento *

    Quota di partecipazione indicata nelle note organizzative

    Note

    L’assegno bancario o circolare va intestato a ITA Srl.

    Il bonifico bancario è da effettuarsi presso:
    BANCA DEL PIEMONTE
    IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066

    ITA rispetta gli obblighi della L. 136/2010 e dispone di conto dedicato, il nominativo del soggetto delegato sarà comunicato in sede di iscrizione.

    Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data del corso verrà fatturata l'intera quota di partecipazione. In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

    Informativa ex art. 13 e art. 14 regolamento 2016/679/UE

    Programma del corso

    Il contesto generale della prevenzione della corruzione nell’emergenza COVID-19
    – la gestione del rischio corruttivo, della commissione di illeciti e dei malfuzionamenti
    – la ricognizione dei processi maggiormente a rischio in emergenza
    – la mappatura dei ruoli dei dipendenti negli uffici a rischio sotto le lenti dell’emergenza
    – i soggetti: l’ANAC, il RPCT, l’organo di indirizzo politico, i dirigenti e i dipendenti
    – il PNA e il PTCPT
    – Whistleblowing e Codici di comportamento: denunciare è un obbligo – coordinare la norma sul Whistleblowing (art. 54-bis, d.lgs. n. 165/2001) e quella sui Codici (DPR n. 62/2013)
    – l’impatto dei doveri comportamentali sulla performance individuale e d’ufficio
    – l’impatto sulle responsabilità dei dipendenti pubblici
    – breve quadro delle misure di prevenzione della corruzione

    Un dovere del Codice di comportamento: il whistleblower.Obbligo di segnalare gli illeciti e i malfunzionamenti
    – l’art. 54 bis del d.lgs. n. 165/2001 e le recenti modifiche della L. n. 179/2017
    – le recenti Linee guida ANAC del luglio 2019
    – la definizione di dipendente pubblico e dei destinatari della segnalazione
    – la condotta illecita

    L’assetto organizzativo e la gestione delle segnalazioni
    – la procedura di inoltro delle segnalazioni: analogica e informatizzata
    – le attività dell’ufficio istruttore e del segnalante
    – i rapporti con gli enti esterni eventualmente coinvolti: l’Autorità giudiziaria, la Corte dei Conti, il Dipartimento della Funzione Pubblica
    – lo svolgimento del procedimento

    La tutela della riservatezza del dipendente pubblico e la tutela in caso di misure discriminatorie
    – procedura di tutela dell’identità del dipendente nelle p.a.
    – divieti alle forme di accesso (procedimentale e FOIA)
    – procedimento dinanzi alle autorità giudiziarie e all’ufficio disciplinare
    – eccezioni alla tutela della riservatezza
    – le forme di tutela nei casi di licenziamento, demansionamento, mobbing, ecc.
    – la nullità del licenziamento e degli atti ritorsivi

    Le linee guida del Garante Privacy
    – Il rischio di trattamento illecito di dati
    – garanzia dei diritti garanti dal Codice privacy anche all’autore del presunto illecito
    – diffusione di protocolli sicuri per la trasmissione dei dati

    Il parere del Consiglio di Stato
    – la vincolatività o meno delle Linee guida ANAC
    – le amministrazioni che applicano l’istituto del WB
    – il concetto di dipendente pubblico
    – l’individuazione delle condotte illecite e di quelle
    “prodromiche” alla commissione di illeciti
    – i presupposti di esistenza delle misure ritorsive
    – l’individuazione del “custode dell’identità”
    – la perdita della tutela della identità nel corso del procedimento

    I poteri sanzionatori di ANAC
    – le “forti” sanzioni amministrative pecuniarie
    – i casi sanzionati: la mancata predisposizione della misura del WB sul sito della p.a., la mancata trattazione delle segnalazioni, l’applicazione di misure ritorsive nei confronti di chi ha segnalato
    – i soggetti responsabili destinatari: il RPCT e il funzionario che applica le misure ritorsive

    Individuazione degli altri doveri di comportamento funzionali a contrastare l’emergenza
    – le condotte dei dipendenti nei settori sensibili in emergenza
    – le aree a rischio “in emergenza”: procedimenti autorizzatori e concessori, area concorsi, area gestione di denaro, area appalti
    – I doveri comportamentali nel rapporto col pubblico e nello svolgimento del servizio
    – i doveri di comportamento nei rapporti privati
    – i doveri specifici di prevenzione dei fenomeni di mala gestio
    – la trasparenza e tracciabilità delle attività
    – l’individuazione dei valori specifici del proprio ente
    – le attività che interferiscono con le finalità pubbliche
    – i comportamenti sui luoghi di lavoro ed extra lavorativi
    – le disposizioni particolari per i dirigenti

    L’ambito soggettivo di applicazione del Codice
    – ambito soggettivo di applicazione: P.A., autorità indipendenti, società pubbliche
    – ambito oggettivo di applicazione: dipendenti pubblici,magistrati, docenti universitari, consulenti e collaboratori,titolari di organi, titolari di incarichi di diretta collaborazione
    – soggetti esclusi
    – focus: le peculiarità dei doveri di comportamento nelle società pubbliche e negli enti di diritto privato

    La redazione dei codici: l’uso dell’approccio utilizzato per i PTPCT e le scelte procedurali “a formazione progressiva”
    – la mappatura dei processi e l’analisi dei rischi per individuare i doveri di comportamento
    – il supporto dell’UPD (Ufficio procedimenti disciplinari) e l’utilizzo delle segnalazioni
    – il ruolo di coordinamento del RPCT
    – il coinvolgimento dei vertici
    – le valutazioni dell’OIV in termini di impatto sulla performance
    – le consultazioni on line: la partecipazione dei dipendenti e degli stakeholders esterni
    – le tecniche di redazione: chiarezza e semplificazione

    Le stratificazioni degli strumenti attuativi dei doveri dei dipendenti pubblici
    – il rapporto tra d.P.R. n. 62/2013, Linee guida ANAC e Codice interno dell’amministrazione
    – l’integrazione e il coordinamento del Codice di comportamento con il PTPCT
    – il PNA di ANAC 2019
    – le linee guida di ANAC n. 177/2020

    La vigilanza e il sistema sanzionatorio sul rispetto del codice da parte della P.A. e di ANAC
    – l’attività di monitoraggio sull’attuazione del Codice e il sistema di vigilanza
    – le sanzioni pecuniarie per la violazione dei Codici e dei Piani
    di cui al d.l. n. 90/2014
    – le specifiche sanzioni del TUPI (d.lgs. n. 165/2001)

     

    Relatori
    Stefano Toschei
    Consigliere di Stato
    Mariastefania De Rosa
    già funzionario ANAC
    Docente a contratto di Diritto Pubblico presso l’Università LUISS Guido Carli Esperto della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Funzione Pubblica

     

    Data 
    Mercoledì 3 e Giovedì 4 Giugno 2020
    Orario 
    Primo giorno:
    Ore 9,00: collegamento all’aula virtuale ed eventuale assistenza tecnica
    Ore 9,15: inizio corso
    Ore 13,00 -14,30: pausa
    Ore 17,00: termine prima giornata
    Secondo giorno:
    Ore 9,00: inizio corso
    Ore 13,00: termine corso.

    Note organizzative del corso

    Modalità di iscrizione
    Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 – 56.24.402 – 54.04.97).
    In seguito confermare l’iscrizione via e-mail (ita@itasoi.it) o compilare la scheda sul sito www.itasoi.it.

    Quota di partecipazione individuale
    Diretta Streaming: Euro 1.300,00 più IVA.
    SONO PREVISTE CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE. PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA.
    La quota è comprensiva di documentazione scaricabile in formato elettronico e possibilità di interagire con i Docenti. La postazione di lavoro (PC, tablet o smartphone) deve essere dotata di connessione stabile ad internet.

    Modalità di pagamento
    Bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte
    IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066

    Disdetta iscrizione 
    Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l’intera quota di partecipazione. In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

    Codice MEPA
    AT20D155A

    Iscriviti al corso: COME REAGIRE A ILLECITI, DEROGHE E MALFUNZIONAMENTI, DURANTE E DOPO L’EMERGENZA COVID-19

      Scegli la data del corso

      Ragione sociale

      Ragione sociale *

      Indirizzo *

      Citta' *

      Provincia *

      CAP *

      Referente per iscrizione *

      Telefono referente per iscrizione*

      Email referente per iscrizione *

      Ufficio referente per iscrizione *

      Partecipanti

      Anagrafica primo partecipante

      Nome *

      Cognome *

      Area di competenza *

      Cellulare/Telefono (necessario per comunicazioni sulla fruizione della diretta streaming)

      Email

      Anagrafica secondo partecipante

      Nome

      Cognome

      Area di competenza

      Cellulare/Telefono (necessario per comunicazioni sulla fruizione della diretta streaming)

      Email

      Anagrafica terzo partecipante

      Nome

      Cognome

      Area di competenza

      Cellulare/Telefono (necessario per comunicazioni sulla fruizione della diretta streaming)

      Email

      Anagrafica quarto partecipante

      Nome

      Cognome

      Area di competenza

      Cellulare/Telefono (necessario per comunicazioni sulla fruizione della diretta streaming)

      Email

      Dati fatturazione

      Se al momento dell'iscrizione non si dispone dei codici da inserire nei campi obbligatori proseguire la compilazione scrivendo, all'interno del campo, che verranno comunicati successivamente.

      Ragione sociale*

      Indirizzo*

      Citta'*

      Provincia*

      Cod. Fiscale/P. Iva *

      Codice Univoco Ufficio/Codice Destinatario *

      PEC *

      Soggetto a split payment *

      no

      CAP*

      Telefono

      Email

      CIG

      Referente Amministrativo *

      Numero d'ordine da riportare in fattura

      Modalità di pagamento

      Pagamento *

      Quota di partecipazione indicata nelle note organizzative

      Note

      L’assegno bancario o circolare va intestato a ITA Srl.

      Il bonifico bancario è da effettuarsi presso:
      BANCA DEL PIEMONTE
      IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066

      ITA rispetta gli obblighi della L. 136/2010 e dispone di conto dedicato, il nominativo del soggetto delegato sarà comunicato in sede di iscrizione.

      Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data del corso verrà fatturata l'intera quota di partecipazione. In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

      Informativa ex art. 13 e art. 14 regolamento 2016/679/UE