CHECK UP TRASPARENZA COME ASSOLVERE CORRETTAMENTE GLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE IN AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE: SOGGETTI, STRUMENTI E SANZIONI

Iscriviti al corso: CHECK UP TRASPARENZA COME ASSOLVERE CORRETTAMENTE GLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE IN AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE: SOGGETTI, STRUMENTI E SANZIONI

Scegli la data del corso

Ragione sociale

Ragione sociale *

Indirizzo *

Citta' *

Provincia *

CAP *

Telefono *

Fax

Email *

Partecipanti

Anagrafica primo partecipante

Nome *

Cognome *

Area di competenza *

Anagrafica secondo partecipante

Nome

Cognome

Area di competenza

Anagrafica terzo partecipante

Nome

Cognome

Area di competenza

Anagrafica quarto partecipante

Nome

Cognome

Area di competenza

Dati fatturazione

Se al momento dell'iscrizione non si dispone dei codici da inserire nei campi obbligatori proseguire la compilazione scrivendo, all'interno del campo, che verranno comunicati successivamente.

Ragione sociale

Indirizzo

Citta'

Provincia

Cod. Fiscale/P. Iva *

Codice Univoco Ufficio/Codice Destinatario *

PEC *

Soggetto a split payment *

no

CAP

Telefono

Fax

Email

CIG

Referente Amministrativo

Numero d'ordine da riportare in fattura

Modalità di pagamento

Pagamento *

Quota di partecipazione indicata nelle note organizzative

Note

L’assegno bancario o circolare va intestato a ITA Srl.

Il bonifico bancario è da effettuarsi presso:
BANCA DEL PIEMONTE
IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066

ITA rispetta gli obblighi della L. 136/2010 e dispone di conto dedicato, il nominativo del soggetto delegato sarà comunicato in sede di iscrizione.

Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data del corso verrà fatturata l'intera quota di partecipazione. In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

Informativa ex art. 13 e art. 14 regolamento 2016/679/UE

Programma del corso

L’ambito di applicazione della trasparenza. I soggetti tenuti alla creazione della sezione “Trasparenza” sui siti web nell’ambito degli strumenti di prevenzione della corruzione
la sezione trasparenza all’interno dei piani triennali di prevenzione della corruzione e trasparenza
l’ambito di applicazione soggettivo della trasparenza:
le pubbliche amministrazioni
gli enti pubblici economici e gli ordini professionali
le società in controllo pubblico
associazioni, fondazioni e enti di diritto privato controllati
le società partecipate
associazioni, fondazioni e enti di diritto privato partecipati
delibere dell’ANAC

Gli obblighi di pubblicazione alla luce del D.Lgs.n. 97/2016 e della delibera ANAC n. 1310/2017
la qualità e la durata della pubblicazione
completezza
aggiornamento
formato aperto
riutilizzo dei dati
i principali obblighi di pubblicazione:
organi politici e dirigenti (art. 14)
consulenti e collaboratori (art. 15)
dotazione organica, concorsi, performance
(artt. 16, 19, 20)
società ed enti (art. 22)
provvedimenti e procedimenti (artt. 23 e 35)
patrimonio immobiliare (art. 30)
servizi pubblici (art. 32)
pagamenti della p.a. (art. 33)
contratti e appalti (art. 37)
governo del territorio (art. 39)
delibere dell’ANAC

Gli obblighi in tema di pubblicità e trasparenza nel nuovo “Codice dei contratti pubblici”
compiti e responsabilità del RPCT nell’attuazione delle misure di prevenzione da inserire nel PTPCT 2019 – 2021
in tema di contratti pubblici, di servizi e delle forniture. L’importanza dei flussi informativi
il riordino degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni tra Codice appalti e TU trasparenza
le procedure di aggiudicazione e le regole di pubblicità: gli articoli 29 e 76 del Codice e le novità apportate dal Decreto correttivo n. 56/2017
i rapporti fra accesso agli atti e riservatezza nel nuovo ‘Codice’: le specificità dell’accesso nei contratti pubblici
gli effetti della violazione delle norme sulla pubblicità
l’analisi del processo di approvvigionamento e l’individuazione delle misure preventive e le conseguenti azioni di monitoraggio e di miglioramento
Anna Corrado

Focus su: gli obblighi di trasparenza per le società controllate, per le società partecipate, per associazioni, fondazioni ed enti di diritto privato
gli obblighi di pubblicazione “per quanto compatibili”
gli obblighi di pubblicazione “limitatamente alle attività di pubblico interesse svolte”

Check up operativo sui siti istituzionali per verificare eventuali inadempimenti
dati del tutto mancanti e dati carenti
quali modalità di pubblicazione utilizzare?
il ricorso alle tabelle
agevolare la consultazione dei dati: il sistema del “doppio click”
verifica operativa sui siti: cosa occorre fare per mettersi in regola
Barbara Neri

Le discipline degli accessi

Parte teorica: accesso agli atti, ai documenti e alle informazioni di PP.AA. e società pubbliche
le diverse tipologie di accesso: accesso documentale, accesso civico semplice e FOIA (L. n. 241/1990, il D.Lgs. n. 33/2013 e la Circolare DFP n. 2/2017)
l’ambito soggettivo e oggettivo di applicazione dei tre istituti e gli strumenti di raccordo
il procedimento e gli esiti dell’accesso
le esclusioni e i limiti alle istanze di accesso civico generalizzato: le linee guida ANAC n. 1309/2016, l’analisi della casistica più ricorrente, il percorso logico da seguire nell’attività di bilanciamento
le istanze di accesso civico generalizzato cd. “paralizzanti”, “massive”, “irragionevoli” alla luce della più recente giurisprudenza
accesso civico semplice e generalizzato: responsabilità e ruolo del RPCT

Parte operativa: cosa deve fare una p.a. per attuare il FOIA?
il flusso procedimentale (e la possibile reingegnerizzazione dei processi)
la modulistica standardizzata
i regolamenti unici delle diverse forme di accesso
la qualificazione delle istanze
gli uffici competenti per la gestione delle diverse forme di accesso: modello decentrato o accentrato?
la costituzione di un help desk FOIA e il dialogo di supporto col centro di competenza del DFP
i termini procedimentali
la tutela dei controinteressati
diniego ed esclusioni: i limiti al potere di regolamentazione interna del singolo ente
il registro degli accessi e il protocollo informatico
la pubblicazione proattiva (o dal basso)
le responsabilità correlate alla gestione delle istanze di accesso

I soggetti interni: (il RPCT, i dirigenti, i dipendenti, l’OIV e l’organo di indirizzo): ruolo, responsabilità e sanzioni
il ruolo del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT) nell’attuazione degli obblighi di trasparenza
i criteri di individuazione del RPCT e l’articolazione dell’incarico (durata, rinnovo, forme di retribuzione, etc.)
l’indipendenza del RPCT
le responsabilità e le sanzioni
il potere del riesame dei provvedimenti di revoca o misure discriminatorie
la giurisprudenza rilevante: ad esempio il danno erariale per affidamento a terzi della redazione del PTPCT: la sentenza della Corte dei Conti, Sez. giurisd. Lazio, n. 269/2018
i dirigenti e i dipendenti: funzioni e responsabilità
l’organo di indirizzo
l’OIV

I soggetti esterni: i poteri di vigilanza e sanzionatori dell’ANAC in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza
soggetti e ambito di applicazione
il potere ispettivo e di vigilanza dell’ANAC
il potere d’ordine e il potere sanzionatorio dell’ANAC
il Regolamento in materia di esercizio del potere sanzionatorio
il Regolamento sull’esercizio dell’attività di vigilanza
la vigilanza e le sanzioni ANAC in caso di violazione dei principali obblighi di trasparenza e accesso
il ricorso ai poteri di polizia tributaria e le ispezioni congiunte con ANAC, le ispezioni anche in collaborazione con la Guardia di Finanza
le sanzioni generali in tema di misure anticorruzione: individuazione e gestione delle aree a rischio, l’integrazione tra PTPCT e Piano della performance,
le principali misure anticorruzione.
le sanzioni dei più rilevanti obblighi di trasparenza: accesso civico generalizzato (c.d. FOIA), dati sui pagamenti, titolari di incarichi, consulenti e collabo-ratori, dichiarazioni di inconferibilità e incompatibilità, dati sui pagamenti dell’amministrazione, sovvenzioni, contributi, sussidi e vantaggi economici, concessioni
e autorizzazioni
Mariastefania De Rosa

Il nuovo Codice privacy (d.lgs. n. 101/2018) e i rapporti col sistema della trasparenza
il Decreto Legislativo n. 101/2018 e Regolamento UE: le principali novità
il raccordo tra e Codice Privacy
le novità in materia di protezione dei dati personali
gli obblighi di trasparenza e i limiti della privacy
le forme di accesso e i limiti della privacy
responsabilità e sanzioni in caso di violazione delle norme poste a tutela della privacy
Miriam Viggiano

 

RELATORI

Anna Corrado
Consigliere TAR Campania
Esperto del Consiglio ANAC
Barbara Neri
già funzionario ANAC
Professore a contratto di Diritto dell’Anticorruzione
e della Trasparenza
Mariastefania De Rosa
già funzionario ANAC
Docente di Diritto Pubblico – Università LUISS Guido Carli
Esperto della Presidenza del Consiglio dei MinistrI
Dipartimento della Funzione Pubblica
Miriam Viggiano
Avvocato
Funzionario Area Direttiva presso il Garante per la Protezione dei Dati Personali

Note organizzative del corso

Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 – 56.24.402 – 54.04.97).
In seguito confermare l’iscrizione via fax (011/53.01.40)
o via internet (http://www.itasoi.it).

 

Quota di partecipazione individuale
Euro 1.550,00 più IVA
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA.

 

Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
­invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
­bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066

 

Data e Sede
Martedì 12 e Mercoledì 13 Febbraio 2019
Roma – Ambasciatori Palace Hotel
Via V. Veneto, 62

 

Orario
9,00 – 13,00 / 14,30 – 17,00

 

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.

 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l’intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

 

Codice MEPA
AT18D223A

 

La richiesta dei Crediti Formativi Professionali presso l’Ordine degli Avvocati di Roma deve pervenire alla Segreteria ITA entro 24 giorni prima della data del corso

Iscriviti al corso: CHECK UP TRASPARENZA COME ASSOLVERE CORRETTAMENTE GLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE IN AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE: SOGGETTI, STRUMENTI E SANZIONI

Scegli la data del corso

Ragione sociale

Ragione sociale *

Indirizzo *

Citta' *

Provincia *

CAP *

Telefono *

Fax

Email *

Partecipanti

Anagrafica primo partecipante

Nome *

Cognome *

Area di competenza *

Anagrafica secondo partecipante

Nome

Cognome

Area di competenza

Anagrafica terzo partecipante

Nome

Cognome

Area di competenza

Anagrafica quarto partecipante

Nome

Cognome

Area di competenza

Dati fatturazione

Se al momento dell'iscrizione non si dispone dei codici da inserire nei campi obbligatori proseguire la compilazione scrivendo, all'interno del campo, che verranno comunicati successivamente.

Ragione sociale

Indirizzo

Citta'

Provincia

Cod. Fiscale/P. Iva *

Codice Univoco Ufficio/Codice Destinatario *

PEC *

Soggetto a split payment *

no

CAP

Telefono

Fax

Email

CIG

Referente Amministrativo

Numero d'ordine da riportare in fattura

Modalità di pagamento

Pagamento *

Quota di partecipazione indicata nelle note organizzative

Note

L’assegno bancario o circolare va intestato a ITA Srl.

Il bonifico bancario è da effettuarsi presso:
BANCA DEL PIEMONTE
IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066

ITA rispetta gli obblighi della L. 136/2010 e dispone di conto dedicato, il nominativo del soggetto delegato sarà comunicato in sede di iscrizione.

Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data del corso verrà fatturata l'intera quota di partecipazione. In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

Informativa ex art. 13 e art. 14 regolamento 2016/679/UE