Diritto Processuale
LA BANCA TESORIERE TERZO PIGNORATO | Corso Diritto Processuale

AGGIORNATO AL D.L. 3 MAGGIO 2016, n. 59 CONVERTITO CON L. 30 GIUGNO 2016, n. 119

  • 08 marzo 2018 ROMA, HOTEL BERNINI BRISTOL

 

Invia ad un amico
  • Captcha
<p>
	<em><strong>La richiesta dei Crediti Formativi Professionali presso l&#39;Ordine degli Avvocati di Roma deve pervenire alla Segreteria ITA entro 24 giorni prima della data del corso</strong></em></p>
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Cosimo D’Arrigo
Consigliere presso la Corte di Cassazione

 

PROGRAMMA DEL CORSO
Il servizio di tesoreria

il sistema della “tesoreria unica” di cui alla Legge n. 720/84
la natura del rapporto fra ente e tesoriere
la responsabilità del tesoriere

Il pignoramento presso terzi in generale
elementi costitutivi e modalità di attuazione
efficacia e perfezionamento dell’atto di pignoramento presso terzi
invito al debitore ad eleggere domicilio o dichiarare la residenza e le successive notifiche e comunicazioni
avvertimento al debitore relativo alla conversione del pignoramento

La competenza territoriale
le nuove regole in tema di competenza territoriale
le disposizioni per il caso di esecuzione contro la P.A.
cosa accade nel caso che il tesoriere abbia più sedi in circondari differenti?
è possibile effettuare il pignoramento presso un’agenzia o filiale diversa da quella che gestisce il rapporto di tesoreria?
il terzo tesoriere può eccepire l’incompetenza territoriale?
il terzo tesoriere può rifiutarsi di rendere la dichiarazione?

Gli effetti del pignoramento per il tesoriere
quanto deve accantonare il tesoriere?
cosa accade se il giudice assegna una somma superiore a quella accantonata?
cosa accade se nella procedura intervengono creditori per un importo superiore a quello accantonato?
il creditore può intimare precetto di pagamento sulla base dell’ordinanza di assegnazione?

Le particolarità dell’esecuzione forzata contro gli enti pubblici
termine dilatorio in favore della P.A. previsto dall’art. 14 del D.L. n. 669/1996 e successive modifiche
esecuzione contro Aziende Unità Sanitarie Locali
esecuzione forzata contro gli enti locali (art. 159 T.U. D.Lgs. n. 267/2000)
regime di impignorabilità a seguito della sentenza Corte cost. n. 211/2003
oneri probatori e rilevabilità d’ufficio
legittimazione del tesoriere ad eccepire l’impignorabilità dei crediti
pignorabilità dell’anticipazione di cassa

La dichiarazione del tesoriere
individuazione del momento cui riferire il contenuto della dichiarazione
dichiarazione a mezzo di lettera raccomandata
è ancora possibile la dichiarazione in udienza?
è comunque necessario comparire in udienza?
l’obbligo di dichiarare i vincoli preesistenti
il tesoriere può o deve eccepire l’impignorabilità delle somme?
l’obbligo di lealtà del tesoriere
la sentenza Cass. n. 12259 del 2009

Gli effetti giuridici della omessa dichiarazione
presunzione di non contestazione
effetti della fincta confessio
anomalia dell’applicazione del principio di non contestazione al di fuori di un giudizio contenzioso
cosa accade nei casi in cui il credito non è sufficientemente descritto dal creditore pignorante?
limiti entro i quali è possibile impugnare l’ordinanza di assegnazione da parte del terzo pignorato

Il nuovo giudizio di accertamento dell’obbligo del terzo pignorato
natura di accertamento sommario e incidentale
la difesa del terzo pignorato
il regime probatorio
l’ordinanza di accertamento dell’esistenza del debito

I pignoramenti successivi
concorrenza di pignoramenti già assegnati
riunione dei pignoramenti non ancora assegnati
pignoramento successivo come intervento

La ritenuta d’acconto: obblighi del terzo pignorato
terzo pignorato quale di sostituto d’imposta: riferimenti normativi
misura e versamento della ritenuta
comunicazione al debitore e certificazione della ritenuta al creditore
adempimenti a carico del creditore: dichiarazione dei redditi e scomputo delle ritenute
adempimenti a carico del debitore
spese di lite per il difensore distrattario
r.a. in caso di esecuzione esattoriale
r.a. in caso di assegni periodici per il mantenimento del coniuge


NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40)
o via internet (http://www.itasoi.it).
 

Quota di partecipazione individuale
Euro 900,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazione di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA
 

Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso UBI Banca spa - FIL. Torino 10 IBAN: IT56 o031 1101 0080 0000 0002 626


Data e Sede
Giovedì 8 Marzo 2018
Roma - Hotel Bernini Bristol
Piazza Barberini, 23


Orario
9,00 - 13,00 / 14,00 - 17,00.
 

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.
 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter