Credito, Finanza, Assicurazioni
LA BANCA CONVENUTA IN GIUDIZIO | Corso Credito e Finanza

USURA, ANATOCISMO E REVOCATORIA PROFILI SOSTANZIALI E PROCESSUALI -ONERE DELLA PROVA -PRESCRIZIONI

 

Invia ad un amico
  • Captcha
<p>
	<em><strong>Per informazioni sui Crediti Formativi Professionali contattare la Segreteria ITA</strong></em></p>
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Cosimo D’Arrigo
Consigliere presso la Corte di Cassazione
Marina Scandurra
Dottore Commercialista in Roma
Gianmarco Annunziata
Avvocato del Foro di Roma

 

data e sede del corso da definirsi
PROGRAMMA DEL CORSO
L’onere della prova nei rapporti bancari

l’onere di conservazione della documentazione bancaria
diritto di accesso della clientela ai sensi dell’art. 119 TUB
tutela cautelare del diritto di accesso
l’onere della prova nelle cause in cui la banca è attrice o convenuta
l’inversione formale dei ruoli nelle cause di opposizione a decreto ingiuntivo
la c.t.u. esplorativa e percipiente
onere della prova e ordine di esibizione ex art. 210 c.p.c.
quid iuris in caso di prova incompleta? I criteri di ricalcolo del saldo
prova del credito nell’intervento nelle procedure esecutive
prova del credito nell’insinuazione al passivo fallimentare

L’usura “oggettiva” e “soggettiva”: profili generali
l’usura “oggettiva” introdotta dalla Legge n. 108/96 e l’interpretazione autentica di cui alla Legge n. 24/01
gli effetti nelle diverse tipologie di contratti bancari
la considerazione degli interessi moratori ai fini della determinazione del tasso usurario
il caso dei rapporti di mutuo
l’usura “soggettiva”: la sproporzione del tasso d’interesse
l’”approfittamento” della situazione di difficoltà economico-finanziaria del debitore

L’usura nei rapporti bancari
la rilevazione tecnico-contabile del tasso usuraio secondo la metodologia stabilita dalla Banca d’Italia
le soluzioni operative alternative proposte per la rilevazione tecnico-contabile del tasso usuraio nelle operazioni regolate in conto corrente
le soluzioni operative alternative proposte per la rilevazione tecnico-contabile del tasso usuraio nelle operazioni di finanziamento
soluzioni a confronto: le prerogative del vigente regolamento amministrativo

L’anatocismo nei rapporti bancari
l’evoluzione giurisprudenziale e normativa: dal D.Lgs. n. 342/99 e dalla Delibera C.I.C.R. del 9/2/2000 alla Legge n. 147/13 (Legge di Stabilità 2014)
l’adeguamento dei rapporti bancari aperti anteriormente all’entrata in vigore della delibera C.I.C.R. del 9/2/2000
i regimi sostitutivi di capitalizzazione individuati dalla giurisprudenza a seguito della dichiarazione di nullità della pratica anatocistica
problematiche connesse: il c.d. saldo zero e l’anatocismo delle competenze accessorie
l’anatocismo nei mutui bancari strutturati con ammortamento c.d. alla francese

La prescrizione dell’azione di ripetizione dei pagamenti di interessi anatocistici nei rapporti di conto corrente bancari
inquadramento della fattispecie
orientamenti giurisprudenziali in materia
il principio della prescrizione delle rimesse solutorie affermato da Cassazione SS.UU. n. 24418/10
effetti sul piano tecnico-contabile
l’impiego dei criteri di calcolo elaborati in materia di rimesse di revocatoria bancaria
la determinazione del saldo di conto corrente su cui operare la verifica
l’imputazione delle rimesse solutorie
le conseguenze della accertata irripetibilità dei pagamenti di interessi e delle competenze per intervenuta prescrizione

La revocatoria delle rimesse bancarie
la “nuova revocatoria” a seguito della novella legislativa di cui al D.L. n. 35/05
le questioni interpretative e i conseguenti effetti sul piano tecnico-contabile
il concetto di “rimessa” e la coesistenza degli artt. 67 e 70 L.F.
il saldo disponibile e la rilevanza degli affidamenti a verifica dei requisiti di “consistenza” e “durevolezza”
un esempio pratico di analisi tecnico-contabile

 

NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40 - 56.27.733 - 54.40.89)
o via internet (http://www.itasoi.it).
 
Quota di partecipazione individuale
Euro 1.350,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA.
 
Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso Banca Regionale Europea - FIL. Torino 10 IBAN: IT19 B069 0601 0090 0000 0002 626

 

Orario
primo giorno: 9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00
;
secondo giorno: 9,00 - 13,00.
 

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.

 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter