Appalti
L’INTRECCIO TRA CODICE APPALTI E NORMATIVA TRASPARENZA ED ANTICORRUZIONE | Corso Anticorruzione e Trasparenza

  • 21-22 maggio 2015 ROMA, AMBASCIATORI PALACE HOTEL

 

Invia ad un amico
  • Captcha
<p>
	<em><strong>Per informazioni sui Crediti Formativi Professionali contattare la Segreteria ITA</strong></em></p>
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Stefano Toschei
Consigliere TAR Lazio
Gennaro Terracciano
Avvocato - Ordinario di Diritto Amministrativo
Università degli Studi di Roma “Foro Italico”

 

PROGRAMMA DEL CORSO
L’applicazione del “sistema trasparenza” al mondo degli appalti pubblici: D.Lgs. 33/2013

dall’accesso ai documenti per i soli legittimati, all’Amministrazione trasparente, passando per l’accessibilità totale e l’Amministrazione aperta
il principio generale di trasparenza ed il diritto a conoscere
i soggetti coinvolti dall’operazione trasparenza (amministrazioni, società in mano o a partecipazione pubblica, altri soggetti)
il Responsabile della trasparenza e la suddivisione dei compiti e delle responsabilità nelle Amministrazioni e nei soggetti privati obbligati alla pubblicazione (il Pro-gramma triennale per la trasparenza e l’integrità e la creazione della sezione “Amministrazione trasparente”)
limiti alla trasparenza (la nozione di dato nel c.d. Codice della privacy, in particolare i dati sensibili e giudiziari) e la dequotazione della tutela della privacy “a tutto campo”
modalità di pubblicazione del dato (“dati aperti e riutilizzo”)
inizio dell’obbligo di pubblicare il dato e durata della pubblicazione

Criticità relative agli obblighi di pubblicazione in materia di appalti e attribuzione di benefici
la pubblicità in materia di erogazione di vantaggi economici (ex art. 18 del D.L. 83/2012)
esame degli artt. 26 e 27 T.U. trasparenza
l’affidamento di incarichi di consulenza e collaborazione e l’art. 15 del T.U. trasparenza
la pubblicazione dei dati in materia di appalti pubblici
il mantenimento degli obblighi di pubblicità previsti dal Codice dei contratti pubblici
l’obbligo di pubblicazione delle determinazioni a contrarre in caso di procedure ex art. 57 Codice contratti pubblici
la pubblicazione dei bandi e delle determine di aggiudicazione definitiva
gli obblighi di comunicazione all’AVCP/ANAC
pubblicazione dei tempi medi di pagamento

L’accesso civico, le responsabilità e le sanzioni
l’esercizio del diritto di accesso civico e il controllo di “chiunque”
l’obbligo di risposta e le conseguenze della mancata pubblicità
responsabilità amministrative, dirigenziali, disciplinari, civili e da danno all’immagine
gestione da parte del RUP del tradizionale accesso agli atti di gara e dell’accesso civico
Stefano Toschei

Le misure anticorruzione previste dalla L. 190/2012

applicazione del sistema a tutti i soggetti pubblici
applicazione alle società
applicazione agli enti privati stazioni appaltanti ed estensione del “sistema 231”
peculiarità delle misure anticorruzione negli appalti pubblici
le modifiche implicite al Codice dei contratti pubblici ed al regolamento di esecuzione
nuova ANAC e comunicazioni ex D.L. 66/2014

I soggetti coinvolti nell’affidamento delle commesse pubbliche
il Responsabile unico del procedimento
il dirigente della stazione appaltante
i componenti e i segretari delle commissioni di gara
i componenti delle altre commissioni
il direttore dei lavori e il direttore dell’esecuzione
gli altri dipendenti e consulenti della stazione appaltante

Le prescrizioni in materia di appalti contenute nei Piani triennali di prevenzione della corruzione
la distinzione in fasi dell’operazione contrattuale
l’individuazione del procedimento di scelta e del processo
di esecuzione
l’analisi dei rischi e l’individuazione delle (contro)misure in materia di appalti
l’estensione delle misure alle procedure di concessione di sovvenzioni, benefici e vantaggi economici
l’identificazione dell’ufficio “appalti” come “ufficio a rischio” e le conseguenze (aggravamento degli obblighi di attenzione, rotazione degli incarichi dirigenziali e di competenza, la formazione specifica, ecc…)

Focus sui compiti e le responsabilità del RUP
nella fase di programmazione ed avvio dell’operazione contrattuale
nella fase di scelta del contraente
supporto alla commissione o al seggio di gara durante la verifica della documentazione amministrativa e durante le sedute. Tecniche di redazione dei verbali
problematiche connesse alla modifica degli artt. 38 e 46 D.Lgs. 163/06 provocate dal D.L. 90/14 (soccorso istruttorio)
nella fase conclusiva e di integrazione dell’efficacia della procedura di affidamento
esecuzione: varianti, risoluzione, rinegoziazione, proroghe, rinnovi

Gli obblighi derivanti dal Codice di comportamento
applicazioni specifiche per coloro che operano in materia di appalti
le dichiarazioni all’atto di assegnazione agli uffici
l’incompatibilità con l’assegnazione agli uffici
il conflitto di interessi anche potenziale e il dovere di astensione
il patto di non concorrenza per chi lascia l’amministrazione
la tutela del delatore interno
Gennaro Terracciano


NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40)
o via internet (http://www.itasoi.it).
 

Quota di partecipazione individuale
Euro 1.450,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA
 

Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso Banca Regionale Europea - FIL. Torino 10 IBAN: IT19 B069 0601 0090 0000 0002 626
 

Data e Sede
Giovedì 21 e Venerdì 22 Maggio 2015

Roma - Ambasciatori Palace Hotel
Via V. Veneto, 62


Orario
9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00;


Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.
 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter