Diritto Amministrativo
L’IMPATTO DELLA LEGGE ANTICORRUZIONE SULLE AUTONOMIE FUNZIONALI | Corso Anticorruzione e Trasparenza

ALLA LUCE DELLE SENTENZE DEL TAR LAZIO 8375 E 11391 DEL 2015 - CAMERE DI COMMERCIO -UNIVERSITA’ -ORDINI E COLLEGI PROFESSIONALI

 

Invia ad un amico
  • Captcha
<p>
	<em><strong>Per informazioni sui Crediti Formativi Professionali contattare la Segreteria ITA</strong></em></p>
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Carlo Polidori
Consigliere TAR Lazio
Anna Corrado
Consigliere TAR Campania

 

Data e sede del corso da definirsi
PROGRAMMA DEL CORSO
Il sistema delle fonti

quadro normativo generale in materia di anticorruzione e trasparenza
ambito soggettivo di applicazione della legislazione anticorruzione
potere normativo dell’ANAC
Piano nazionale anticorruzione
codici di comportamento

Il problema delle autonomie funzionali
inquadramento generale delle autonomie funzionali
Ordini e Collegi professionali
Università
Camere di Commercio
la sentenza del TAR Lazio n. 8375 del 2015
la sentenza del TAR Lazio n. 11391 del 2015

L’attuazione della Legge anticorruzione nelle autonomie funzionali attraverso il Piano triennale per la prevenzione della corruzione
la fase della analisi del rischio di corruzione
la fase della ideazione delle misure di prevenzione della corruzione
la fase dell’attuazione dei piani triennali
la fase del controllo sull’attuazione dei piani
il sistema delle responsabilità e il potere sanzionatorio dell’ANAC

Il ruolo del Responsabile per la prevenzione della corruzione
nell’attuazione del D.Lgs. n. 33/2013 in materia di trasparenza
nell’attuazione del D.Lgs. n. 39/2013 in materia di incarichi
nell’attuazione del Piano triennale per la prevenzione della corruzione
nei rapporti con l’organo di indirizzo politico
nei rapporti con i referenti e con i dirigenti dell’Ente
nei rapporti con il personale dell’Ente
nella gestione del whistleblowing e delle istanze di accesso civico


NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40)
o via internet (http://www.itasoi.it).
 

Quota di partecipazione individuale
Euro 750,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazione di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA
 

Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso Banca Regionale Europea - FIL. Torino 10 IBAN: IT19 B069 0601 0090 0000 0002 626
 


Orario
9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00.
 

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.
 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter