Diritto Amministrativo
IL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO DOPO LA DISCIPLINA ANTICORRUZIONE E TRASPARENZA | Corso Diritto Amministrativo

  • 03-04 luglio 2014 ROMA, HOTEL BERNINI BRISTOL

 

Invia ad un amico
  • Captcha
<p>
	<em><strong>Per informazioni sui crediti formativi professionali contattare la segreteria ITA</strong></em></p>
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Anna Corrado
Consigliere TAR Campania
Componente del Gruppo di Studio Anticorruzione presso il Ministero per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione
Stefano Castiglione
Consigliere della Corte dei conti

 


PROGRAMMA DEL CORSO
La nuova disciplina in tema di prevenzione della corruzione nella pubblica amministrazione

ambito soggettivo e oggettivo
l’individuazione delle aree a rischio
le misure  per prevenire il rischio di corruzione

Le modifiche al procedimento amministrativo recate dalla legge anticorruzione

L’obbligo di concludere sempre il procedimento amministrativo

disciplina generale della L. 241 e le modifiche recate dalla L. 190/2012
funzione dei regolamenti interni
sospensione dei termini
conseguenze del silenzio-inadempimento: risarcimento e indennizzo da ritardo
Direttiva del Ministro per la P.A. e la semplificazione del 10 gennaio 2014
tutela in sede amministrativa
il responsabile dei poteri sostitutivi
la tutela in tema di silenzio-inadempimento
la denunzia alla Corte dei Conti per il ritardato o mancato adempimento

La definizione dei procedimenti amministrativi come strategia per prevenire la corruzione (P.N.A.)

La disciplina del conflitto di interessi
l’obbligo di astensione del  responsabile del procedimento e dei dirigenti
la disciplina del conflitto di interessi per i pubblici dipendenti in base al nuovo codice di comportamento (d.P.R. 62/2013)
la disciplina del conflitto di interessi in caso di  svolgimento di incarichi extra-istituzionali

Il responsabile del procedimento amministrativo
responsabile del procedimento e responsabile del provvedimento
nomina del responsabile
compiti, funzioni e connessi profili di responsabilità

Il responsabile della prevenzione della corruzione
ruolo e compiti: la circolare 1/2013
predisposizione del piano triennale di prevenzione della corruzione
vigilanza sul funzionamento e sull’osservanza del piano
rapporti con i dirigenti e i responsabili degli uffici

Il responsabile per la trasparenza
il programma triennale per la trasparenza e l’integrità
attività di controllo sull’adempimento degli obblighi di trasparenza
attuazione dell’accesso civico

Obbligo di motivazione degli accordi integrativi o sostitutivi del provvedimento (art. 11, L. 241/1990)
natura giuridica degli accordi
tesi privatistica e tesi pubblicistica
la motivazione
recesso unilaterale e obbligo di indennizzo
disciplina processuale

La pubblicità dell’atto amministrativo
regime della pubblicità
pubblicità legale
pubblicità notizia
pubblicità come condizione di efficacia dei provvedimenti

Obblighi di pubblicazione relativi ai procedimenti amministrativi
i dati da pubblicare sui siti istituzionali
la pubblicazione di moduli e formulari
le dichiarazioni sostitutive

Obblighi di pubblicazione concernenti i provvedimenti amministrativi
obblighi di pubblicità in materia di appalti
obblighi di pubblicazione in materia di concessione di vantaggi economici

L’accesso ai documenti amministrativi e l’ accesso civico dopo il D.Lgs. 33/2013
accesso e trasparenza
il procedimento di accesso e le differenze con l’accesso civico
l’istanza di accesso
l’intervento del titolare dei poteri sostitutivi
il ruolo del responsabile del procedimento e della trasparenza
la tutela giurisdizionale
Anna Corrado

La responsabilità amministrativa

nuove frontiere della giurisdizione contabile
elementi della responsabilità amministrativa (condotta, danno e nesso causale)
elementi del processo contabile (invito a dedurre, audizioni e citazioni in giudizio)
principali fattispecie di danno erariale e ipotesi tipizzate di responsabilità sanzionatoria
principali novità nella giurisdizione contabile dopo la normativa “Anticorruzione”
Stefano Castiglione


NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40 - 56.27.733 - 54.40.89)
o via internet (http://www.itasoi.it).
 
Quota di partecipazione individuale
Euro 1.250,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA.
 
Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso Banca Regionale Europea - FIL. Torino 10 IBAN: IT19 B069 0601 0090 0000 0002 626

 

Data e Sede
Giovedì 3 e Venerdì 4 Luglio 2014
Roma - Hotel Bernini Bristol
Piazza Barberini, 23.
 

Orario
primo giorno 9,00 - 13,00 / 14,00 - 17,00
;
secondo giorno 9,00 - 13,00.
 

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.

 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter