Diritto Amministrativo
IL NUOVO SCENARIO NORMATIVO E COMPETITIVO DEI TRASPORTI PUBBLICI LOCALI | Corso Diritto Amministrativo

RECEPIMENTO DIRETTIVE UE/2014 E NUOVO CODICE APPALTI -T.U. SOCIETA’ A PARTECIPAZIONE PUBBLICA -RIFORMA DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI

 

Invia ad un amico
  • Captcha
<p>
	<em><strong>Per informazioni sui crediti formativi professionali contattare la segreteria ITA</strong></em></p>
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Arduino D’Anna
Direzione Generale - Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato
Ivana Paniccia
Esperto (c/o) Autorità di Regolazione dei Trasporti
Massimo Malena
Studio Legale Massimo Malena & Associati
Daniela Morgante
Consigliere Corte dei Conti
Già Assessore al Bilancio Roma Capitale

 


PROGRAMMA DEL CORSO
Il settore del TPL: l’assetto istituzionale

le novità introdotte del IV pacchetto ferroviario e il Testo Unico sui Servizi di interesse economico generale in relazione ai servizi di TPL su ferro e su gomma
assetto istituzionale, ruolo e funzioni delle Regioni e degli organismi di governo locale, dell’Autorità dei Trasporti, Antitrust e ANAC: legislazione regionale, regolazione pro concorrenziale e amministrazione  
il contenuto della delibera per l’affidamento dei servizi di TPL: finanza pubblica, concorrenza, efficienza, intermodalità e politiche tariffarie
oneri di servizio pubblico e servizi di TPL di natura commerciale: sovrapposizione e problematiche di finanza pubblica in relazione all’equilibrio economico del contratto di servizio (trasporto su gomma regionale e interregionale, trasporto scolastico, trasporto turistico, collegamenti con porti e aeroporti): la prassi delle concessioni in esclusiva de facto
il trasporto marittimo di competenza delle Regioni: il caso del Golfo di Napoli
altri servizi ricompresi nel sistema della mobilità (car sharing, car pooling, bike sharing e servizi a chiamata): cenni a taxi, NCC e Uber

Lo scenario competitivo
analisi ed esiti delle gare bandite sul territorio nazionale: le Regioni realmente “virtuose” (Toscana, Friuli, Emilia Romagna, Liguria)?
pro e contro della gara per la scelta del gestore e la gara per il socio “industriale”: le principali esperienze di PPP nel TPL (il caso di Genova e quello delle aziende friulane)
il mercato italiano e i big europei: strategie di differenziazione del rischio e appetibilità dei bacini
proprietà e gestione delle reti e dei servizi  
l’incognita legata alle decisioni del Gruppo FS: rendite di posizione e strategie dell’incumbent nazionale sul trasporto ferroviario regionale e sui servizi di TPL su gomma
gli interventi dell’antitrust in materia di intese ed abusi e l’attività di advocacy
le indagini conoscitive, le istruttorie, le segnalazioni e i ricorsi amministrativi
Arduino D’Anna

I modelli di affidamento dei servizi di TPL

concessione e appalto di servizi di TPL alla luce delle recenti Direttive UE
l’affidamento diretto a terzi e l’in house providing: praticabilità dell’istituto, limiti all’operatività delle società in house e vincoli di finanza pubblica (il patto di stabilità)
i principali modelli di procedure utilizzabili per l’affidamento dei servizi di TPL
analisi preliminari e dialogo competitivo con le aziende
i requisiti di partecipazione, termini per la presenta-zione delle offerte, criteri di aggiudicazione e partecipazione delle aggregazioni di imprese: cosa cambia con il recepimento delle nuove Direttive appalti
il regime dei beni strumentali e essenziali per lo svolgimento dei servizi di TPL: essential facility doctrine e grey facility: proprietà, gestione, subentro e disponibilità
Ivana Paniccia

Il contratto di servizio

l’oggetto del contratto di servizio: contenuto, diritti e obblighi degli organismi di governo locale e degli operatori, durata e proroga dei contratti ai sensi del regolamento CE 1370/2007, gestione della fase esecutiva e rinegoziazione dei corrispettivi o del PEF
ricavi tariffari, corrispettivi e compensazione degli oneri di servizio pubblico: i criteri Altmark, il test dell’azienda “gestita in modo efficiente” e pratiche di sussidio incrociato
l’art. 8, comma 2-bis e ter della Legge n. 287/1990: attività in monopolio e servizi commerciali
la necessità di ripartire dall’analisi di mercato: informazioni disaggregate per linea o gruppi di linee per disegnare un sistema di mobilità adeguato ed efficiente ai sensi dell’allegato 1 al Regolamento 1370/2007
Massimo Malena

La responsabilità amministrativa nel TPL
presupposti della giurisdizione della Corte dei conti
il rapporto di servizio
la posizione del concessionario di servizio pubblico
la violazione degli obblighi di servizio pubblico da parte del concessionario
concessionario privato, misto, pubblico nel nuovo Testo unico
la giurisdizione della Corte dei conti sulle società a partecipazione pubblica e sulle società in house nell’evoluzione giurisprudenziale
le azioni a tutela delle società a partecipazione pubblica e del socio pubblico nel nuovo Testo unico
peculiarità delle società in house
Daniela Morgante

Best practice e accorgimenti utili per conseguire servizi efficienti

la domanda di mobilità e i dati disaggregati storici dell’azienda incumbent
il progetto industriale: programma di esercizio, eliminazione totale o parziale delle sovrapposizioni   
investimenti, interoperabilità, infrastrutture e modalità di trasporto alternative
equilibrio del contratto di servizio pubblico e vincoli di finanza pubblica: livelli tariffari desiderabili e concorrenza “nel” mercato
affidamento in esclusiva del contratto di servizio con modalità tali da garantire un efficace confronto competitivo: requisiti, criteri di aggiudicazione, lotti, beni essenziali e “temporaneamente essenziali”
clausola “sociale”: criteri interpretativi dell’obbligo di assunzione del personale del gestore uscente
completezza del contratto, allocazione del rischio, previsione di penali in caso di inadempienza
Massimo Malena


NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40)
o via internet (http://www.itasoi.it).
 

Quota di partecipazione individuale
Euro 1.350,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA
 

Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso Banca Regionale Europea - FIL. Torino 10 IBAN: IT19 B069 0601 0090 0000 0002 626
 

Data e Sede
Giovedì 21 e Venerdì 22 Aprile 2016

Roma - Ambasciatori Palace Hotel
Via V. Veneto, 62


Orario
primo giorno: 9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00;
secondo giorno: 9,00 - 13,00


Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.
 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter