Appalti
IL NUOVO REGIME DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LE VARIANTI NEGLI APPALTI DI LAVORI - (D.L. 90/14 CONV. IN L. 114/14) | Corso Appalti

 

Invia ad un amico
  • Captcha
<p>
	<em><strong>Per informazioni sui crediti formativi professionali contattare la segreteria ITA</strong></em></p>
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Laura Maceroni
Avvocato Amministrativista in Roma

 


Data e sede del corso da definirsi

PROGRAMMA DEL CORSO
La progettazione nei lavori pubblici: definizioni e soggetti coinvolti

la progettazione: preliminare, definitiva ed esecutiva
la verifica e la validazione del progetto
i soggetti incaricati: competenze specifiche
il Responsabile Unico del Procedimento nel codice degli appalti ed il Direttore dei lavori
i compiti e le funzioni
gli ausiliari del Responsabile dell’esecuzione del contratto
gli assistenti del Direttore dei lavori

La nuova disciplina degli incentivi in favore dei dipendenti pubblici coinvolti nelle attività connesse alla progettazione dopo il D.L. 90/14 come convertito dalla Legge 114/14
la nuova regolamentazione degli incentivi: (artt. 13 e 13-bis)
le risorse: tetto non superiore al 2% dell’importo posto a base d’asta
il fondo per la progettazione e l’innovazione
il regolamento interno
la percentuale effettiva dell’incentivo destinata ai dipendenti interessati
previsione di criteri e modalità per la ripartizione
la riduzione le risorse destinate al Fondo in caso di mancato rispetto dei costi e dei tempi previsti
le modalità di erogazione
l’esclusione per il personale con qualifica dirigenziale
la facoltà di adottare, con appositi provvedimenti, criteri analoghi per i soggetti che non sono amministrazioni pubbliche

Le varianti: casi, limiti e nuovi obblighi di comunicazione
analisi della casistica: l’art. 132 del codice appalti
le varianti nel quinto d’obbligo e quelle che eccedono il quinto
le cd. “varianti non varianti” disposte dal D.L.
l’atto di sottomissione e l’atto aggiuntivo: differente regime giuridico
la sospensione dell’esecuzione del contratto: sospensione legittima e sospensione illegittima
gli obblighi di comunicazione all’Osservatorio
gli appalti di importo pari o superiore alla soglia comunitaria
le varianti di cui al comma 1, lett. b), c) e d) dell’art. 132, del d.lgs. 163 di importo eccedente il 10%
l’obbligo di trasmissione all’A.N.AC., entro 30 gg
gli appalti di importo inferiore alla soglia comunitaria
obblighi di comunicazione


NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40)
o via internet (http://www.itasoi.it).
 

Quota di partecipazione individuale
Euro 890,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazione di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA
 

Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso Banca Regionale Europea - FIL. Torino 10 IBAN: IT19 B069 0601 0090 0000 0002 626
 

Orario
9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00.

 

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.
 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter