Appalti
L’ A B C DEGLI APPALTI PUBBLICI DI LAVORI, FORNITURE, SERVIZI | Corso Appalti

1° Modulo: 20 e 21 Ottobre 2015 -2° Modulo: 17 e 18 Novembre 2015 -3° Modulo: 10 e 11 Dicembre 2015

  • 20-21 ottobre 2015 ROMA, AMBASCIATORI PALACE HOTEL
  • 17-18 novembre 2015 ROMA, AMBASCIATORI PALACE HOTEL
  • 10-11 dicembre 2015 ROMA, AMBASCIATORI PALACE HOTEL

 

Invia ad un amico
  • Captcha
<p>
	<em><strong>Per informazioni sui crediti formativi professionali contattare la segreteria ITA</strong></em></p>
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Laura Maceroni
Avvocato Amministrativista in Roma

 

 

PROSSIME INIZIATIVE !

 

"L' A B C DEI CONTRATTI PUBBLICI - POST DECRETO CORRETTIVO N. 56/2017"

1° Modulo: Roma, 21 e 22 Settembre 2017 - 20 e 21 Novembre 2017

2° Modulo: Roma, 12 e 13 Ottobre 2017 - 4 e 5 Dicembre 2017

3° Modulo: 9 e 10 Novembre 2017 - 14 e 15 Dicembre 2017

 

Consulta l'elenco corsi dell'area tematica APPALTI

 

 

PROGRAMMA DEL CORSO
1° Modulo: 20 e 21 Ottobre 2015
Procedure di scelta del contraente, redazione bandi e capitolati, verifica dei requisiti dei concorrenti, valutazione offerte, aggiudicazione provvisoria e definitiva, adempimenti delle commissioni di gara e del RUP

principali contenuti della legge delega di riforma del codice appalti  (recepimento Direttive UE 24 e 25 del 26/2/14)
divieto di introduzione di livelli di regolazione superiori a quelli richiesti dalle direttive
ruolo centrale dell’ ANAC
nozione di amministrazione aggiudicatrice e di organismo di diritto pubblico: la qualificazione delle stazioni appaltanti
programmazione dei pubblici appalti anche con riferimento a forniture e servizi
procedure di scelta del contraente
acquisti tramite convenzioni CONSIP e centrali di committenza dopo il DL 66/2014
bandi, capitolati, disciplinari: la redazione degli atti di gara. Le novità dei bandi-tipo
trasparenza degli appalti e pubblicità degli atti di gara (L. 190/2012; D.Lgs. 33/2013)
pubblicazione telematica di avvisi e di bandi (DL 66/2014)
requisiti per la partecipazione alle gare. Tassatività delle cause di esclusione
criteri reputazionali delle imprese e favor per le PMI nella riforma del codice appalti
nuovo dovere di soccorso istruttorio dopo il DL 90/2014 conv. in L. 114/2014
sistema AVCPASS
ATI ed consorzi: inquadramento normativo dell’istituto
avvalimento: limiti e cautele. Avvalimento plurimo
documentazione: autocertificazione e verifica a campione
commissione di gara: nuovo albo dei commissari gestito da ANAC, adempimenti, ricevimento e apertura dei plichi
valutazione delle offerte, attribuzione dei punteggi, offerte anomale
offerta economicamente più vantaggiosa come criterio ordinario di aggiudicazione
aggiudicazione provvisoria; aggiudicazione definitiva

2° Modulo: 17 e 18 Novembre 2015
Contratti sottosoglia, procedure in economia, affidamenti diretti, MEPA, albi fornitori, indagini di mercato, trattativa privata/procedure negoziate, proroghe e rinnovi, quinto d’obbligo, contratti ponte

procedure semplificate per acquisti di piccolo importo
sistema in economia nel codice degli appalti
amministrazione diretta e il cottimo fiduciario
forniture di beni e servizi in economia
ruolo del RUP nelle procedure in economia
novità sugli acquisti tramite MEPA e le possibili deroghe
facoltà per gli enti pubblici di istituzione degli elenchi di operatori economici
creazione di un albo dei fornitori: principi della pubblicità, trasparenza e rotazione
requisiti di ammissione dei concorrenti
modalità di aggiornamento degli elenchi
programmazione degli acquisti, indagini di mercato, controllo della spesa e congruità dei prezzi
trattativa privata come eccezione all’evidenza pubblica
evoluzione della trattativa privata nel recente orienta-mento della giurisprudenza
procedura negoziata con bando e procedura negoziata senza bando
analisi della casistica individuata dagli artt. 56 e 57 D.Lgs. 163/2006
trattativa privata diretta e confronto concorrenziale informale
disciplina delle proroghe e dei rinnovi contrattuali
varianti nel quinto d’obbligo e quelle che eccedono il quinto
responsabilità dopo la legge anticorruzione e il DL 90/2014
i nuovi obblighi di trasparenza negli affidamenti diretti dopo la L. 190/12
le novità contenute nella legge delega di riforma del codice appalti a tutela delle PMI (frazionamento dei lotti e acquisti di piccolo importo)
le responsabilità della stazione appaltante e dei dirigenti derivanti da affidamenti diretti illegittimi


3° Modulo: 10 e 11 Dicembre 2015
Dall’aggiudicazione alla stipulazione del contratto, esecuzione dei contratti di lavori, servizi, forniture; cauzioni, DURC, disciplina del subappalto, CUP, CIG, comunicazioni all’ANAC, collaudo e pagamenti

comunicazione dell’esito della gara
stipulazione del contratto: nuove forme dal 1/1/2013
termine sospensivo e termine dilatorio
nuovo regime di comunicazioni e di accesso agli atti
esecuzione dei lavori, forniture e servizi
direttore dei lavori e direttore dell’esecuzione del contratto
nuovi limiti per l’appalto integrato
esecuzione del contratto e svincolo progressivo della cauzione (modifica art. 113 c. 3 D.Lgs. 163/2006)
sospensione dell’esecuzione del contratto
novità sulle varianti per servizi e forniture
ridimensionamento delle varianti in corso d’opera e comunicazioni all’ ANAC
certificato di ultimazione delle prestazioni
collaudo e verifica di conformità
corrispettivo “a misura” e “a corpo”
pagamenti in acconto, anticipazione del corrispettivo, premio di accelerazione, rata di saldo
interessi in caso di ritardato pagamento alla luce del D.Lgs. 192/2012
tracciabilità dei pagamenti (Legge 136/2010): CUP, CIG, conti dedicati
penali
eccezione di inadempimento
risoluzione del contratto e eccessiva onerosità
cauzioni: novità alla luce del DL 90/2014
subappalto: quadro normativo di riferimento per lavori, forniture e servizi
obbligo di indicazione delle parti subappaltabili (L. 80/2014)
differenza tra subappalto e ATI di tipo verticale
pagamento diretto dei subappaltatori
disciplina antimafia: comunicazione e informazione dopo il D.Lgs. 153/14
DURC: natura giuridica, modalità di richiesta e tempi di ricezione. Novità del DL 34/2014 e DM 2015
obblighi di comunicazione all’ANAC anche dopo il DL 66/2014

 

 
NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40)
o via internet (http://www.itasoi.it).
 
Quota di partecipazione individuale
1 modulo: Euro 1.400,00 più IVA
2 moduli:  Euro 2.500,00 più IVA.
3moduli:   Euro 3.600,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA.
 
Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso Banca Regionale Europea - FIL. Torino 10 IBAN: IT19 B069 0601 0090 0000 0002 626

 

Data e Sede
Martedì 20 e Mercoledì 21 Ottobre 2015
Martedì 17 e Mercoledì 18 Novembre 2015
Giovedì 10 e Venerdì 11 Dicembre 2015
Roma - Ambasciatori Palace Hotel
Via V. Veneto, 62

Orario
9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00

 

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.

 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
 In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter